fbpx

Quante volte sento parlare del successo associato alla fama, alla notorietà e ai soldi. Essere ricchi e famosi sembra essere un’aspirazione piuttosto diffusa. Io non riesco a vederla necessariamente così. Per me il successo è molto altro ed è uno status disponibile a molte più persone nel mondo di quanto non siamo portati a credere. Mi sono andata a guardare l’etimologia del termine successo: dal latino successus ossia “avvenimento, buon esito” che deriva da succedĕre, cioè “avvenire”.

Quindi Successo è in effetti qualcosa che è avvenuto, si è avverato. Ma questo non implica necessariamente l’ essere famoso, piuttosto implica il compimento di un traguardo, l’approdo felice a una meta che ci eravamo prefissati.

FAR AVVERARE QUALCOSA CHE ABBIAMO SOGNATO DI REALIZZARE. Allora mi viene da pensare che, essere una persona di successo, dovrebbe anche voler dire essere soddisfatti e felici di noi stessi, di ciò che siamo riusciti a portare a compimento, poi se lo sanno gli altri è certamente un bonus in più, certo. Essere riconosciuti, premiati per lo sforzo e l’impegno prima e la costanza e il risultato poi, fa piacere da matti, inutile negarlo, anche a me è successo di provare un piacere immenso quando mi hanno riconosciuto dei premi. Qui però il punto che vorrei sottolineare è un altro.Vorrei soffermarmi sul successo che ci decretiamo da soli, su come ci auto valutiamo, su quanto riusciamo a riconoscere quanto siamo stati bravi nel finire qualcosa, nel raggiungere la meta. Io ero già molto contenta del lavoro che avevo svolto, mi ero già detta brava, anche se sapevo che a migliorare si fa sempre in tempo, ero orgogliosa di me, quando mi sono stati comunicati i premi che ho vinto. Io avevo già vinto le mie sfide! Non dovremmo per forza dipendere dalla conclamazione di altri per sentirci #uominidisuccesso e #donnedisuccesso, e questo credo che faccia una grande differenza. Tutto quel che arriva eventualmente dall’esterno è un in più. Ci sono degli stereotipi sballati a mio avviso, ovvero se non si è famosi non si è nessuno.

#Successo

L'approdo felice a una meta che ci eravamo prefissati.

SBAGLIATO! SIAMO TUTTI QUALCUNO! OGNUNO DI NOI! Ma dobbiamo imparare a puntare in alto, a cercare di diventare, nel tempo che ci è concesso su questa terra, la migliore versione di noi stessi. E se imparassimo a darci un valore, e una valutazione al compimento di ogni progetto agognato sognato progettato e desiderato, saremmo tutti più sorridenti, meno frustrati e tanto ma tanto più felici. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate, capire se anche voi siete riusciti a sentirvi almeno una volta la migliore versione di voi stessi, se siete riusciti a dirvi bravo/a, a sentirvi di successo, perché è davvero importante, e perché una volta assaporata la sensazione si ha voglia di andare oltre, spingerci più in la e diventare ancora migliori. Tanti amici mi dicono, ma non ti fermi mai? No, mai.

Io voglio sentirmi di successo, ma con me stessa, è questo che conta. Da tre anni ho intrapreso una nuova avventura con un’azienda che riconosce i nostri meriti, bellissimo certo, ma quel che più mi fa sentire felice in questo nuovo percorso è che ho tanti stimoli a diventare sempre un po’ più di quel che già sono, e solo il fatto di aver scelto questa nuova avventura, mi da la sensazione di aver già vinto tanto.
Voi come vi sentite?

12 + 7 =